Sei in:
 

Plastica e Metalli

Per imballaggi in plastica e metalli intendiamo quei contenitori utilizzati per le confezioni dei prodotti e per proteggere gli alimenti. È necessario ridurre tali materiali, dapprima, attraverso il riuso (es. i prodotti alla spina) e, poi, differenziandoli con molta attenzione.

Perché differenziare

La fortissima diffusione della plastica è una delle maggiori emergenze ambientali del pianeta. Usare questo materiale, che resiste in natura anche per centinaia d'anni, per imballaggi di breve durata costituisce una forma di spreco insostenibile. Gli imballaggi di plastica possono essere riciclati molte volte e dar vita a nuovi imballaggi. Il recupero di alluminio e metalli è, in genere, pressoché totale.

Come differenziare

Plastica e metalli a Napoli vengono raccolti nelle campane stradali, nei bidoncini e (solo in alcuni edifici nei quartieri dove la raccolta differenziata si fa porta a porta) nei sacchi. Laddove non saranno distribuite le campane di colore giallo, plastica e metalli dovranno essere depositati negli orari indicati dal calendario.

Sì - Cosa Differenziare

PLASTICA

Bottiglie di plastica (acqua minerale, bibite, olio, succhi, latte), flaconi e contenitori (sciroppi, creme, salse, yogurt, detersivi, saponi, cosmetici) vaschette rigide e retine (ad esempio per frutta, dolciumi, affettati, yogurt, pasta fresca, porta uova), grucce per abiti in plastica e ferro, contenitori rigidi sagomati (ad es. contenitori di pile, contenitori di articoli da cancelleria, contenitori di prodotti informatici), buste della spesa, pellicola in genere, vaschette e vassoi in polistirolo e imballaggi di piccoli elettrodomestici in polistirolo, cassette in plastica forate (per esempio quelle della frutta). Inoltre, dal 1 maggio 2012 è possibile recuperare piatti e bicchieri di plastica mononuso, anche sporchi.

METALLI

Lattine, barattoli, tappi e coperchi metallici, fogli di alluminio, vaschette da forno, tubetti, scatole di acciaio, bombolette spray, caffettiere, pentole e padelle in alluminio o acciaio di piccola dimensione, chiodi, viti, fili di ferro e materiali metallici di piccole dimensioni da manutenzioni domestiche, scatolette in banda stagnata per esempio pelati, carne, tonno, legumi, alimenti per animali.

No – Cosa Non Differenziare

Non possono essere differenziati nei contenitori gialli, oggetti in plastica rigida, gomma e metallo che non siano imballaggi, per esempio: giocattoli, cassette video, dvd e cd, apparecchiature elettroniche, i rifiuti ospedalieri per esempio siringhe, contenitori per liquidi fisiologici e per emodialisi, ecc.

Scarica la locandina della raccolta differenziata della plastica e metalli da esporre, nel tuo palazzo, a casa, a scuola e in ufficio